Quanto è alto Adriano Panatta

Il 13 Settembre è uscito il film “La Profezia dell’Armadillo”, pellicola diretta da Emanuele Scaringi e tratto dai fumetti di Zerocalcare del 2011.

Quanto è alto Adriano Panatta

Il protagonista è Zero, un ragazzo di ventisette anni che vive nel quartiere periferico di Rebibbia, nella Tiburtina Valley. Zero è un disegnatore ma non ha un lavoro fisso perciò cerca di arrotondare come può dando ripetizioni di francese, cronometrando le file dei check- in all’aeroporto e creando illustrazioni per gruppi punk indipendenti.  La vita dei protagonista è tutta uguale, passa le sue giornate a dividersi tra il lavoro e le visite alla Madre dimenticandosi il vero senso delle cose.

Nel film, Zero incontra, in una delle sue giornate immutabili, Adriano Panatta (ex tennista italiano, considerato uno dei migliori di sempre) in aeroporto a Fiumicino, il quale gli dà un importante lezione di vita utilizzando come metafora il tennis:

“Senti, lo sai qual è il tuo problema? E’ che non ti diverti. Ti diverti a fare questo questionario tutto il giorno? Quanti ne hai fatti oggi? Vedi pensate solamente ai risultati, pensate solo a portare a casa i risultati, avete perso il senso del gioco. Il senso del gioco, del punto. Il servizio, invece di farlo a 220 a l’ora, fate uno slice e uscite e andate a fare una bella volè. Volete mettere un bel colpo piatto, belo, armonioso… il rumore del colpo piatto lo sai come fa? “Pof, Pof”. Fate dei colpi brutti, senza un senso, senza un minimo di armonia. Ma tu non puoi capì.”

Il video del cameo di Panatta è diventato virale e Adriano è incredulo: Ma ti rendi conto? Passi la vita a giocare a tennis e poi un giorno ti svegli e sei diventato come l’influenza d’inverno: virale”.

La richiesta di partecipare al film è arrivata da Domenico Procacci, amico dell’ex tennista, gli ha chiesto “Adriano faresti una particina?” e Panatta li su due piedi ha subito risposto di no, ma poi l’amico ha insistito e dopo aver spiegato a Panatta il progetto, l’idea gli è piaciuta molto e ha deciso di accettare.

La metafora sul tennis che vede i colpi armoniosi e piatti come sinonimo del vivere bene, all’opposto della fama di successo e violenza dei giocatori moderni che puntano solo a ottenere risultati, conclusa con quel famoso “Pof Pof” ha scatenato l’ammirazione di tutto il Web in poche ore. La sua interpretazione è un misto tra improvvisazione e recitazione e è uno stile che gli si addice a pennello.

«Il tennis è una musica che i tennisti di questa generazione, nati con le racchette di carbonio in mano, non hanno mai sentito. Cosa vuoi che ne sappiano del pof pof, dell’ammorbidire il dritto, di un bel servizio in slice a uscire seguito a rete da una soffice volée, della poesia del tennis giocato con le racchette di legno?»

Panatta è senza dubbio una leggenda nel tennis, ha conquistato gli Internazionali d’Italia e il Roland Garros, nonché la quarta posizione della classifica ATP di singolare. Fu anche l’unico tennista a sconfiggere Bjorn Borg agli internazionali di Francia.

Una delle domande che i suoi fan si fanno ancora oggi è quanto è alto Adriano Panatta. Il tennista ha una statura di 1 metro e 83 centimetri.

Foto Wikipedia

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *