Quanto è Alto Adriano Galliani.

Adriano Galliani è un importante imprenditore e dirigente sportivo, nonché politico italiano. Tra le altre cose Galliani è anche amministratore delegato del Monza e in precedenza è stato amministratore delegato e dirigente sportivo per il Milan. Galliani è un uomo molto poliedrico e i suoi incarichi non si concludono certo con quelli giù elencati, tant’è che Adriano è anche presidente di Mediaset Premium e presidente delle società immobiliari del gruppo Fininvest.

Nel Marzo scorso il dirigente è diventato senatore della Repubblica per Forza Italia.

A detta sua, il politico ritiene di essere un uomo dalle grandi capacità che come si dice “si è fatto da sé” ossia è arrivato agli alti livelli solo in virtù delle proprie forze e senza l’aiuto di nessuno. A riconoscimento delle sue attitudini, l’amministratore ha ricevuto diversi riconoscimenti nell’arco della sua carriera, basti pensare al Globe Soccer Award del 2010 o al suo inserimento nella Hall of fame del calcio italiano nella categoria Dirigente italiano.

Ripercorriamo adesso le tappe principale della scalata al successo di Galliani.

Adriano Galliani nasce a Monza il 30 luglio del 1944 e cresce all’interno di una famiglia di media borghesia (padre segretario comunale e la madre piccola imprenditrice di un’azienda di trasporti). Oggi ha 74 anni ed è alto 174 centimetri.

Subito dopo essersi diplomato come geometra, riesce a inserirsi all’interno del Comune di Monza (nell’ufficio di edilizia pubblica) dove lavora per ben otto anni. Sempre per il comune di Monza, riceverà la candidatura come sindaco nelle liste di Democrazia Cristiana.

Quanto è alto Adriano Galliani

 

Dopo gli otto anni a Monza, decide di licenziarsi per iniziare un attività in proprio, quindi nel 1975 acquista una piccola azienda di Lissone, la Elettronica industriale (una società specializzata in apparecchiature adibite alla ricezione di segnali televisivi) da l’ingegner Ottorino Barbuti. Galliani è stato in grado di portare questa società ai massimi livelli, impegnandola anche all’estero e arrivando a lavorare con emittenti di grande rilievo, tant’è che dopo essere diventato il fornitore di Telemontecarlo, entra in contatto con Silvio Berlusconi.

Nel 1979 collabora quindi con Berlusconi per la creazione di una tv commerciale italiana e sempre assieme all’allora proprietario di Telemilano 58, fonda Canale 5.

Nel 1986 riceve invece l’incarico di amministratore delegato dell’A.C. Milan e l’anno dopo diventa vicepresidente della Lega italiana calcio.

Non è finita qui. Galliani è stato anche consigliere delegato di Mediaset Spa nell’area broadcasting, nonché presidente e amministratore delegati di RTI Spa (ossia Reti Televisive Italiane) con la quale ha ottenuto la gestione, oltre che di Canale 5, anche di Italia 1 e Rete 4. Possiede l’amministrazione di un paio di reti spagnole, tra le ali Tele 5 di Madrid.

Siamo nel 2001 quando viene nominato reggente della Lega calcio professionisti, ma nel 2006 dopo lo scandalo “Calciopoli” è costretto a dimettersi dopo le pesanti sentenze emesse lo stesso anno.

Negli ultimi anni, con l’obbiettivo di presentarsi alle elezioni di quest’anno, si candida come capolista per Forza Italia al Senato e viene eletto; successivamente ottiene l’incarico di amministratore delegato per la squadra della sua città di nascita, ossia Monza.

Per quel che riguarda la vita privata di Galliani, egli è stato sposato due volte, una delle quali è stata quella con Daniela Rosati, una presentatrice della rete Mediaset; da Daniela ha ricevuto tre figli di nome Nicol, Gianluca e Fabrizio. Dal 2004 è invece sposato con la 31 enne modella marocchina Malika El Hazzazi.

Foto Il Posticipo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *