Quanto è alto lo scivolo di Aqualandia

Quanto è alto lo scivolo di Acqualandia

Aqualandia rappresenta un parco acquatico situato nel comune di Jesolo ed è stato inaugurato nel 1989. Il parco tematico riproduce una vera e propria isola Caraibica e si trova proprio accanto a Venezia. Aqualandia è molto simile ad un’oasi di ben 80000 m2, adatta a grandi e piccini perché riesce a conciliare relax e divertimento allo stesso tempo. Questo parco è proprio eccezionale, tant’è che ha vinto diverse volte il titolo di miglior parco acquatico d’Italia secondo Parksmania; il titolare, Luciano Pareschi, ne è molto fiero.

Quanto è alto lo scivolo di Acqualandia

La parola d’ordine a Aqualandia è originalità e attenzione ai dettaglio: già al padiglione di ingresso del parco troviamo la biglietteria che è una perfetta riproduzione di una stazione ferroviaria americana dell’800 in stile liberty; non solo, sempre all’ingresso vi è anche la ricostruzione di Port Hemingway e main street con i suoi negozi e la perfetta atmosfera delle isole Key West in Florida.

Addentradosi nel parco segue la rappresentazione di New Port Royal, un villaggio di pirati dove i dettagli sono stati ampliamene curati, ricco di taverne a tema e dalla presenza di un grosso galeone adibito a parco scenico per i divertenti duelli e tuffi acrobatici che caratterizzano lo spettacolo di “Peter Pan Show” e “Pirates Show”.

Una delle cose che rende uniche Aqualandia è la presenza di Shark Bay, una bellissima spiaggia caraibica interna al Parco aquatico costituita da 8 aree tematiche e 26 attrazioni come uno scivolo provvisto di realtà virtuale, lo Spacemaker e la torre del bungee juming più alta di tutta Europa.

Come già abbiamo detto questo parco ha tutto quello che si possa desiderare ed è adatto proprio a tutti: vi è anche un’area adatta ai piccolissimi che è la Funny Land dove i più piccoli posso divertirsi mentre il resto della famiglia si rilassa nella sabbia bianca. Questa zona è riservata a bambini di età compresa tra i 3 e i 12 anni ed è ispirata al mondo dei fumetti. Sempre qui è possibile usufruire di un servizio di baby sitting gratuito.

Ad Aqualandia puoi dilettarti in molti sport, dal beach volley al Caribbean Gold e il minigolf.

Oltre alle numerosissime piscine presenti nel parco, ci sono anche molti scivoli che sono in realtà l’attrazione principale e anche la più apprezzata dai clienti. Gli scivoli sono in genere molti alti e adrenalinici, tanto che è proprio ad Aqualandia che si trova lo scivolo più alto del mondo! Stiamo parlando di Captain Spacemaker, uno scivolo che viene percorso con gommoni di 3 o 4 posti a velocità anche superiori ai 1 Km/h. Se vi state chiedendo quanto è alto lo scivolo di Aqualandia, la risposta è ben 42 metri!

Il Catain Spacemaker non è l’unico scivolo del parco acquatico a permetterti di raggiungere velocità da brividi, l’altro scivolo è Skary Falls, lo scivolo con realtà virtuale; questo termina con un “salto nel buio” di 2 metri!

Altre attrazioni di grande rilievo sono il fiume agitato Crazy River, lo scivolo Apocalyse, i tortuosi Toboganes, il tunnel Tortuga Sky e gli scivoli Barracudas.

Questo parco rappresenta il compromesso perfetto per quelle famiglie che cercano il relax ma anche la giusta dose di divertimento in sicurezza.

Foto Youtube

Quanto è alto Erdogan Atalay

Quanto è alto Erdogan Atalay

Erdogan Atalay è un noto attore tedesco di origine turca, nato a Hannover il 22 Settembre del 1966 da madre tedesca e padre turco. Atalay è conosciuto soprattutto per il ruolo di Semir Gerkhan nella serie Tv Squadra Speciale Cobra 11 ed è proprio questa interpretazione che lo ha avvicinato a molti fan.

Quanto è alto Erdogan Atalay

“Chi semina vento raccoglie tempesta” – Semir Gerkhan

La carriera di Erdogan nel mondo della recitazione inizia in tenera età: il giovane turco ha solo 18 anni quando partecipa come protagonista al musica “Aladino e la lampada magica”.  In questi anni decide anche di iscriversi alla “Hochschule fur Musik und darstellende Kunst”, una famosa scuola d’arte e musica di Amburgo per allenare e perfezionare le sue capacità artistiche.

Come abbiamo già accennato, il cavallo di battaglia di Atalay è certamente “Squadra speciale Cobra 11”(serie tv poliziesca trasmessa da RTL), dove l’attore interpreta la parte del protagonista e ispettore capo Semir Gerkhan. Con l’obbiettivo di immedesimarsi completamente nel personaggio e risultare più realistico possibile nella sua interpretazione, Erdogan ha frequentato per un certo periodo di tempo una vera scuola di polizia; qui ha potuto imparare a maneggiare in modo coretto un’arma in modo da risultare più naturale nella recitazione.

Squadra Speciale Cobra 11 non è l’unica sua apparizione televisiva, infatti Atalay ha preso parte anche a diverse altri serie e film come “Maximum Speed”, “Hammer e Hart” (nel 2006, assieme ai colleghi di Squadra Speciale Cobra 11), “CSI: Chaoten im Sondereinsatz” (film parodia del 2011 dove interpreta sempre il ruolo di Semir) e “Luna di miele con fantasmi”(sempre nel 2011, nei panni di Ramon Vasquez).

Sempre nel mondo dello spettacolo, Erdogan si presa a diversi spot pubblicitari per la Kia, affiancato da Katia Woywood.

Passando alla vita privata, Atalay ha sposato per la prima volta Astrid Ann Marie Pollmann e da lei ha avuto una figlia di nome Amira Pollmann nel 2002 (è proprio la Amira a interpretare la figlia maggiore di Semir Gerkhan, Ayda Gerkhan, nell’episodio “Lultima notte”).

In ogni caso la storia tra Atalay e Astrid Ann Marie non è destinata a durare e nel 2017 Erdogan sposa Katja Ohneck. Da questa relazione nasce nel 2013 un figlio e nel 2018 una figlia.

Tra le tante curiosità che caratterizzano l’attore tedesco, sappiamo che Atalay parla perfettamente inglese ma, a differenza di come si potrebbe pensare, Erdogan non conosce il turco, nonostante le sue origini.

L’attore è amante della vita all’aria aperta e dello sport, soprattutto ama la scherma, l’equitazione, le immersioni subacquee e il paracadutismo.  Oltre alla vita sportiva, Erdogan è anche grande amante delle automobili, tant’è che ha diversi modelli tra cui una BMW X5, una Mini Cooper, una Maserati 3200 GT e una Triumph Spitfire.

Per quanto riguarda il suo aspetto fisico, Erdogan ha gli occhi scuri e espressivi, un pizzetto sbarazzino e l’aria elegante. A proposito di aspetto esteriore, molti suo fan si domandano quanto è alto Atalay Erdogan. Diversamente da come ci si aspetta per un attore che interpreta la parte di un poliziotto come suo ruolo principale, Erdogan non è molto alto: la sua statura misura circa 1 metro e sessanta centimetri.

Foto gala.de

Quanto è alto Dario Aita

Quanto è alto Dario Aita

“Sono un tipo frenetico, non a caso faccio l’artista: un lavoro che porta a continui cambiamenti, a confrontarsi con nuovi luoghi, esperienze e cose. Di sicuro, condivido con ogni altro artista il desiderio di essere riconosciuto. Probabilmente per colmare un debito d’amore che però, nel mio caso, non so perché ci sia.”

Dario Aita è un attore italiano nato a Palermo nel 1987. Aita è uno degli attori più amati del panorama italiano e è famoso non solo in televisione (il suo successo è iniziato grazie alla sua comparsa nel film “Questo nostro amore”), ma anche nel cinema e nel teatro. Aita si definisce un artista più che un attore, tant’è che a chi gli domanda cosa pensa che il futuro serbi per lui, Dario risponde che è disposto a prestarsi a qualsiasi forma d’arte, senza preludersi nulla.

Aita studia e si diploma presso il Liceo classico G.Meli a Palermo e dopo la maturità classica si trasferisce dalla Sicilia a Genova dove ottiene anche il diploma presso la scuola di recitazione del Teatro Stabile. La sua carriera di attore inizia in teatro grazie ai primi ruoli negli spettacoli di “Fortuna e sfortuna del nome di C. De la Barca”, “Le tre sorelle”, “Amleto” e “Macbeth”.

Per quanto riguarda la carriera sul grande schermo, siamo nel 2009 quando Aita ha 22 anni. In questo anno Dario frequenta il secondo anno dell’accademia e viene preso per il ruolo da coprotagonista nel film “La Prima Linea” di Renato De Maria assieme a grandi nomi come Riccardo Scamarcio e Giovanna Mezzogiorno. Il debutto sul piccolo schermo risale invece all’anno successivo quando Aita figura sempre affianco di Scamarcio, nella fiction di RAI 1 “il segreto dell’acqua”. A partire da questa prima esperienza televisiva, l’attore apparirà negli anni successivi in diverse altre serie tv quali “Rex”, “il giudice meschino”, “la strada dritta”,”Grand Hotel”,”la mafia uccide solo d’estate” e”Nel nome del popolo – Piersanti Mattarella”.

Nel 2012 continua a scalare la vetta del successo grazie al ruolo di Bernardo Strano nella commedia di Rai 1 “Questo nostro amore” che è un po’ il suo cavallo di battaglia. Come già accennato è proprio grazie a questo ruolo che Aita ha conquistato il cuore di molti telespettatori. Siamo sempre nello stesso anno quando si diffonde sul Web la mini serie comica “Kubrick – Una Storia Porno”, ideata da Ludovico Bessagato e prodotta da Magnolia Fiction.

Altre interpretazioni di successo per Aita, sono state i ruoli in “Grand Hotel”, la serie in costume di RAI 1, e “L’allieva”, altra serie tratta dai romanzi di Alessia Gazzolia.

Passando alla vita privata del giovane attore e ad alcune curiosità che forse non tutti conoscono, vediamo che Aita ha un fratello di nome Emmanuele che è attore come lui e insieme hanno recitato nella fiction “l’allieva”. L’attore ha anche una sorella di nome Cristina che invece non ha intrapreso una carriera nello spettacolo.

Una delle cose che spesso i fan si domandano è: Quanto è alto Dario Aita? L’attore è alto 1 metro e 78 centimetri e pesa 68 chili.

Per quel che riguarda l’amore, a quanto pare l’attore è fidanzato con Elena Gigliotti, anche lei attrice, conosciuta alla scuola di recitazione di Genova.

Foto Pianeta Donna

Posizionamento su Google

posizionamento su google

Chiunque abbia un sito web ha la necessità che questo sia il più possibile visibile al fine di avere traffico profilato che converte in vendite.

Tuttavia, oggi, nel proliferare di siti web e di app che si impongono sul mercato è molto difficile rendersi visibile e spesso si ricorre ad alcune scorciatoie (spesso anche molto costose) come ad esempio le campagne pay per clicks.

Una campagna pay per clicks è un annuncio sponsorizzato (quelli ad esempio che puoi creare su Google Adwords o Facebook Ads) per il quale paghi una certa somma (solitamente da 0,10 ad addirittura 2€) per ogni click generato.

Quindi, in poche parole, ogni visitatore ti costa dai 10 centesimi ai 2 euro.

Il problema di queste campagne è che molte volte attirano semplicemente persone curiose che cliccano sull’annuncio sponsorizzato senza in realtà essere realmente interessati al contenuto che vanno a visitare.

Molte volte si pagano i clicks anche dei competitors che per ridurre la nostra visibilità (riducendo il nostro budget giornaliero o mensile) vanno a cliccare sui nostri risultati appunto per farci spendere di più e per esaurire il nostro budget pubblicitario.

posizionamento su google

Posizionamento su Google

Fatte queste premesse, dunque, ogni gestore di sito web dovrebbe concentrarsi sul posizionamento su google organico.

Per posizionamento su google organico si intendono tutte quelle strategie SEO e SEM tese a portare il proprio sito web (o pagine di esso) nelle prime pagine di google naturalmente… senza pagare per ogni singolo clicks.

In questo modo eviterai clicks di gente non interessata ai tuoi contenuti (o comunque, anche se ci saranno, non pagherai per questi clicks) e calibrerai il traffico in entrata solo verso quelle persone che realmente hanno cercato quel determinato contenuto e hanno scelto i risultati organici di ricerca.

Ovviamente, posizionarsi su google organicamente non è un gioco da ragazzi e ci sono diverse linee guide, strategie ed azione da intraprendere.

Quanto è alto Danilo Aquino

Quanto è alto Danilo Aquino

Danilo Aquino, nato il 4 Dicembre 1986 a Roma, lo abbiamo conosciuto al Grande Fratello 15. È stato proprio nel GF 2018 che Aquino ha sfoggiato il suo carattere istintivo e diretto che è rimasto lo ha reso simpatico agli occhi diversi telespettatori.

Quanto è alto Danilo Aquino

Aquino è cresciuto a Tor Bella Monaco, un quartiere difficile, ma è stato in grado di tenersi lontano dalle compagnie sbagliate grazie all’educazione ricca di valori trasmessa dalla sua famiglia (famiglia a cui il ragazzo è molto legato). L’ex gieffino ha conseguito la terza media e lavora come tecnico di elettrodomestici.

Danilo entra nel GF da single dopo la fine di una storia importante con una ragazza con cui stava per sposarsi. La ragazza provava ancora qualcosa per l’ex ed è quindi per questo che alla fine le cose non hanno funzionato.

Nonostante ormai il GF sia belle che concluso, Aquino continua a far parlare di se. Già all’interno del programma Danilo aveva mostrato delle rimostranze nei confronti di Simone Coccia con il quale aveva sviluppato una forte inimicizia e tuttora, a distanza di mesi, continuano i battibecchi sui social tra i due ex gieffini.

Danilo in un intervista a “Non succederà più” esprime la sua opinione riguardo l’ex collega con parole dure: “Ha solo creato zizzania e malumori, non ha fatto altro. Lui non è così al di fuori. Lì ha giocato dall’inizio alla fine, non è stato se stesso. Se lui fosse così non andrebbe d’accordo con nessuno. È stato losco, subdolo, ha giocato e ha fatto tante strategie. Lui ha pubblicato dei post in cui parlava di me, nella Casa parlava di me, fuori parla di me, ma ha una vita? Non lo so, forse sarò il suo idolo”.

Ma Coccia non è l’unico ad essere preso di mira dal romano, ultimamente è infatti il turno della influencer Giulia De Lellis.

Danilo si è rivolto alla ragazza attraverso i social e riferendosi a una sua storia su Instagram “si scusa” senza usare mezzi termini: “La De Lellis è una bellissima ragazza, ha saputo fare a 22 anni quello che ha fatto e le auguro ancora di più quello che fa, però se rispondi e dici a tutti ‘siete pesanti come le merde’… Mi è venuto di fare quella Story perché non mi tengo un cecio in bocca. Devi essere un po’ meno. Sei arrivata dove sei arrivata, tanto di cappello e applausi per te. Sei un personaggio pubblico e sai a quello che vai incontro, anche a me mi hanno definito omofobo, sessista, razzista… e che dovevo fare, lei doveva far la signora. Si è sempre comportata bene, magari delle volte eccede perché ha 22 anni ed è giusto. Ha tante potenzialità, è bella come il sole, al di là di quelli che la definiscono ignorante, anch’io non parlo bene e non sempre servono i libri, alle volte servono le esperienze”.

E’ ormai evidente a tutti che Aquino non ha peli sulla lingua e siamo sicuri che sentiremo ancora parlare di lui.

Un ultima curiosità sul romani riguarda la sua statura. Se vi state chiedendo quanto è alto Danilo Aquino, la risposta è 1.68 metri.

Foto Gossippiù

Quanto è alto Hagrid

Quanto è alto Hagrid

“Sulla soglia si stagliò un uomo gigantesco. Aveva il volto quasi nascosto da una criniera lunga e scomposta e da una barba incolta e aggrovigliata, ma si distinguevano gli occhi che scintillavano come neri scarafaggi sotto tutto quel pelame.” Così J. K. Rowling ci presenta per la prima volta il personaggio di Hagrid in Harry Potter e la Pietra Filosofale. Sto parlando di Rubeus Hagrid, il mezzo gigante (in quanto frutto dell’amore tra una gigantessa, Fridwulfa, e un mago) Custode delle Chiavi e dei Luoghi di Hogwars.

Quanto è alto Hagrid

Chiunque ami il personaggio di Harry Potter e più in generale la sagra stessa, sa quanto Hagrid si sia rivelato in più di un’occasione un alleato insostituibile nonché un amico fidato per i tre protagonisti Harry, Ron e Hermione. Tutti noi ci siamo affezionati negli anni alla figura di questo omone barbuto, burbero all’apparenza, ma dal cuore grande. La sua grande bontà d’animo emerge fin dal principio, quando dopo aver salvato Harry dalle grinfie dei perfidi zii, lo aiuta a comprare gli accessori scolastici a Diagon Alley per poter frequentare la Scuola di Magie e Stregoneria di Hogwars ed è lo stesso Hagrid a regalare al maghetto la sua fidata civetta Edvige in occasione del suo compleanno.

Per quanto riguarda il suo aspetto fisico, la Rowling ci dice che ha sia i capelli che gli occhi neri e per quanto riguarda la corporatura, come abbiamo detto sappiamo solo che è un mezzo gigante. La domanda ci sorge quindi spontanea: Quanto è alto Hagrid? Non è facile a dirsi, nei numerosi film proposti dalla Warner Bros il nostro amico è interpretato da Robbie Coltrane, attore alto “6 foot and 1 inch” ovvero 1,85, ma chiaramente questa non è la reale altezza del personaggio di Hagrid. Nella serie di libri di Harry Potter la Rowling ci dà alcune informazioni che ci possono essere d’aiuto per fare una stima della reale altezza del mezzo gigante: La scrittrice ci dice per esempio che i piedi di Hagrid hanno le dimensioni di un cucciolo di delfino mentre le sue mani sono grandi quanto un bidone della spazzatura.

Nel primo capitolo di Harry Potter e la Pietra Filosofale ci viene descritto come alto quasi il doppio di un uomo normale e almeno cinque volte più largo di questo. Possiamo quindi stimare che ci aggiriamo intorno a 11-12 piedi per un minimo di 900 libbre di peso, anche se non possiamo esserne certi. Esprimendoci attraverso le unità di misura del Sistema Internazionale possiamo ipotizzare che Hagrid sia alto un po’ meno di 3,5 metri e pesi circa 500 chilogrammi.

Per simulare l’altezza fuori dalla norma del Custode, l’attore si sarà probabilmente servito di qualche supporto camuffato attraverso costumi e interventi digitali.

Ma vediamo qualche altra piccola curiosità sul mezzo gigante più amato di sempre. Sappiamo che ha una grande passione per le creature magiche pericolose cosa che gli ha portato non pochi guai in diverse occasioni. Tra le creature più note ricordiamo Fuffi, il feroce cane a tre teste posto a difesa della camera dei segreti che però diventa docile come un agnellino con un po’ di musica classica; oppure il drago Norberto o l’ippogrifo Fierobecco. Nel terzo libro è proprio grazie a questa sua passione che ottiene la cattedra come insegnante di Cura delle creature Magiche.

Foto AOL.com

Quanto è alto Andrea Scanzi

Quanto è alto Andrea Scanzi

Andrea Scanzi è un giornalista, opinionista e scrittore italiano nato il 6 Maggio 1974 a Arezzo.

Quanto è alto Andrea Scanzi

Scanzi si laurea nel 2000 all’Università di Siena in Lettere Moderne con una tesi dedicata ai cantautori e con alle spalle un’esperienza come scrittore su “Zonedombra” un fanzine della sua città curata dall’amico Dejan Gori. L’anno dopo scrive “una porta nel cielo / Il sogno dopo” e anche la biografa di Roberto Baggio assieme a Enrico Mattesini.

Come giornalista ha scritto per “il mucchio selvaggio”, “il manifesto”, “il riformista”, “l’Espresso” e “Panorama” per poi passare nel 2005 a “La Stampa”. Nello stesso anno vince il Premio Coni Sezione Letteratura mentre negli anni seguenti pubblica per Giunti il libro dal nome “Ivano Fossati. Il volatore” e per Mondadori “elogio dell’invecchiamento, alla scoperta dei 10 migliori vini italiani (e di tutti i trucchi dei veri sommelier)” e “Ve lo do io Beppe Grillo”.

Tra le altre cose, il giornalista viene citato nel suo libro “Liù. Biografia morale di un cane” dallo scrittore Edmondo Berselli con queste parole: “Avevo nominato mio discepolo, almeno a titolo morale, anche Andrea Scanzi, il boy di Arezzo, autore fra altre robette gaberiane e beppegrilliste di un eccitante e spiritoso Elogio dell’invecchiamento, dedicato alla cultura del vino, ma ormai è troppo cresciuto e affermato, e quindi allievo un corno, al massimo lo eleggo compagno di merende“.

Nel 2011 passa da “La Stampa” a “Il Fatto Quotidiano” dove scrive in merito a politica, musica e sport.

Scanzi non si limita alla carriera giornalistica, ma si immerge anche nel mondo del teatro e della televisione. Nel campo del teatro lo vediamo autore dello spettacolo “Gaber se fosse Gaber”, opera dedicata a Giorgio Gaber, nonché di “Le cattive strade”, sta volta destinato a Fabrizio De Andrè.  Altri suoi meriti teatrali furono “Il sogno di un’Italia” e “Eroi”. Passando alle programmazioni televisive, lo vediamo come conduttore su La3 di “Reputescion” e su LA7 di “Futbol”, inoltre partecipa a diversi programmi come ospite: stiamo parlando di “Otto e mezzo” su LA7, “Il Processo del Lunedì” su Rai3.

Nel 2018 fa parte della giuria di esperti per il Festival di Sanremo, la sessantottesima edizione.

Passando alla vita privata del commentatore, Scanzi non ha mai nascosto di essere un grande amante delle donne, tutte quante! E a Vanity Fair ha raccontato: “Fino a un anno fa si diceva che fossi gay, invece non lo sono, e neanche bisessuale. Mi piacciono le donne, anche troppo: nel mio matrimonio l’ho pagata. Traggono in inganno gli orecchini, gli anelli. Una volta, su consiglio di Aldo Busi, ho provato a togliermeli, ma dopo un mese me li sono rimessi”. Il noto giornalista piacione, è stato sposato con l’attrice e modella Linda Colini (tra le finaliste di Miss Italia nel 2003) per un paio di anni e dopo la loro separazione invece ha avuto una relazione con la blogger Selvaggio Lucarelli. Ad oggi è fidanzato con Verdiana Bredice, una commercialista conosciuta online, con cui convive e con la quale sembra pensare di farsi una famiglia e sistemarsi definitivamente. Che abbia messo la testa apposto?

Un ultima curiosità che molti si chiedono riguardo all’opinionista, riguarda il suo aspetto. Diversi di domandano infatti quanto è alto Andrea Scanzi. Il giornalista è alto più di 1 metro e 75.

Foto L’azialità

Quanto è alto Aragorn

Quanto è alto Aragorn

«Elendil!», gridò. «Io sono Aragorn, figlio di Arathorn, mi chiamano Elessar, gemma elfica, Dúnadan, erede di Isildur di Gondor, figlio di Elendil. Ecco questa è la spada che fu rotta ed è stata riforgiata! […]».“—Aragorn a Éomer, Il Signore degli Anelli, libro III, cap. II, “I Cavalieri di Rohan”.

Quanto è alto Aragorn

Aragorn II, noto anche col nome di Grampasso ma anche di Elessar, Thorongil, Gambelunghe, Piedealato, Estel e Telcontar, è un personaggio di Arda, ossia l’universo fantasy immaginario creato dall’inglese J. R. R: Tolkien. Aragorn è uno dei protagonisti del Signore degli Anelli e compare anche nel Silmarillion.

Il nome Aragorn significa “Re Riverito” e deriva dalle parole Sindarin ar (“Re, Sovrano”) e ngorn (“Riverito”). Nel suo soggiorno a Imladris era chiamato Estel che significa invece “speranza”.

Grampasso è l’ultimo discendente diretto di Elendil e Isildur ed è quindi di diritto l’erede al trovo di Gondor. Egli fu, oltre al trentacinquesimo Re di Gondor, anche Re di Amor e Primo Re supremo del Reame Unito di Gondor e Amor col nome di Re Elessar Telcontar.

Il re d’Amor nacque nel 2931 TE da Arathorn II, Capitano del Dunedain e da Gilraen, figlia di Dirhael. A a soli due anni deve affrontare la scomparsa del padre e dopo tale episodio la madre lo portò a Gran Burrone dove venne cresciuto come un figlio da Eltrond, ossia un suo parente alla lontana e fratello di Elros

Aragon fu un guerriere coraggioso e sicuro di se e questo gli permise di divenire, per un breve periodo di tempo, il Capo della Comagnia dell’Anello dopo la caduta di Gandalf. Non solo, Grampasso fu anche portatore della spada Anduril, riforgiata dalla spada Narsil durante la Guerra dell’Anello.

Divenne Re di Gondor e Amor il 1 Maggio 3019 TE e fu nello stesso anno che sposò Arwen Unfomiel, dalla quale ebbe tre figli. Morì a Minas Tirith nell’anno 120 QE a 210 anni, cedendo il potere al figlio Elfarion.

Per quanto riguarda l’aspetto fisico di Aragorn, ne La Compagnia dell’Anello viene descritto come un uomo di bell’aspetto. I suoi capelli sono di un colore scuro con qualche ciuffo grigio mentre i suoi occhi sono grigi e intensi (tipico dei discendenti di Numenor e della razza Elfica).  Nel racconto vengono date anche diverse indicazioni sulla statura del personaggio. Per rispondere alla domanda di quanto è alto Aragorn, bisogna usare un po’ l’immaginazione, in quanto la narrazione non ci dà informazioni precise. Il re di Gondor ci viene descritto come un uomo molto alto, o meglio, il più alto dei “Nove Viandanti” e se diamo un occhiata sui vari siti di fandom relativi al Signore degli Anelli, si stima un altezza intorno ai 210 centimetri.

E’ descritto come un individuo dallo sguardo severo e dalla voce profonda e imperiosa, ma nel coso della narrazione si intravede in modo evidente anche il suo carattere gentile e altruista. Dal punto di vista dell’abbigliamento, si sa che indossa stivali di pelle morbida ben fatti ma consumati e un mantello con cappuccio di colore verde scuro, sotto il quale tiene una pipa ben intagliata (con la quale fuma l’erba pipa della Contea).

Foto Wikipedia

Quanto è alto Adriano Celentano

Quanto è alto Adriano Celentano

La Mediaset ha già annunciato che nel 2019 inizierà la messa in onda di un cartone animato intitolato “Adrian” incentrato niente popò di meno che sulla figura di Adriano Celentano. Il cartoon che vede come protagonista il famoso cantante, uscirà probabilmente a inizio anno, fra Gennaio e Febbraio ma tutti i dettagli sono ancora un incognita. Ciò che sappiamo è che sarà un progetto innovativo e che i disegni sono stati realizzati da grandi artisti come Milo Manara mentre i testi sono in parte di Vincenzo Cerami. Oltre alle canzoni del nostro Adriano, la musica si deve invece a Nicola Piovani.

Quanto è alto Adriano Celentano

Il cartoon sembra non essere la sola novità, il duo comico Lillo e Greg in un’intervista ha infatti accennato a un nuovo programma televisivo a cui Celentano starebbe lavorando e per il quale ha chiesto la loro partecipazione: “Adriano Celentano e Claudia Mori ci hanno proposto di far parte di un nuovo progetto televisivo che partirà in inverno. Ancora non conosciamo i dettagli ma sulla carta ci sembra molto allettante. Celentano va fuori dal coro e non si chiude in canoni televisivi prevedibili. È sempre originale e fa parlare di sé” hanno affermato i comici; chissà cosa dobbiamo aspettarci.

Adriano Celentano fino ad ora non ci ha mai deluso, è un artista eccezionale che ha fatto la storia della musica italiana rendendola famosa in tutto il mondo. Il suo stile inconfondibile continua a mantenerlo sulla cresta dell’onda anche a distanza di tanti anni dal suo primo debutto e i suoi fan sono sparsi su tutto il pianeta.

Il famoso cantante nasce il 6 Gennaio 1938 da genitori pugliesi emigrati al nord per cercare lavoro. Showman, attore, compositore e chi più ne ha più ne metta, il Molleggiatore (appellativo che gli è stato affibbiato per via del suo insolito modo di ballare), ha interpretato molti tra i brani più noti in italiani quali “24mila baci”, “Azzurro” e la famosissima “Il ragazzo della via Gluck”.

Nel campo cinematografico ha preso parte a circa 40 film riscuotendo molto successo ma è anche conosciuto per la partecipazione a numerosi show andati in onda sulla Rai tra cui ricordiamo l’ottava edizione di “Fantastico”, “Francamente me ne infischio” e “125 milioni di caz..te”.

Siamo nel 2005 quando il Molleggiatore conduce Rockpolitik, un programma che ha ottenuto un record di ascolti eccezionale (nonostante le molte critiche), incrementando all’inverosimile la sua fama.

Per quanto riguarda la vita privata dello showman, sappiamo che nel 1958 conosce Milena Cantù con la quale inizia una relazione che sfocia nella fondazione del Clan Celentano, la casa discografica del cantante. L’animo farfallone del Molleggiatore lo porta nel 1963 a conoscere sul set di “Uno strano tipo”, Claudia Mori, con la quale si sposa in segreto nonostante non avesse ancora concluso la storia con la Cantù. Il bel cantante, carismatico e solare è sempre stato molto amato dalle donne, tant’è che durante il periodo di crisi passato con la moglie negli anni ottanta, si parla di una presunta relazione clandestina con Ornella Muti.

Ma a parte i vari inciuci, una cosa meno comuni che i suoi fan si domandano è quanto è alto Adriano Celentano. Il cantante ha una statura di 1,78 m, che unita ai suoi occhi profondi ammiccanti lo rende molto affascinante.

Foto Vanity Fair

 

Quanto è alto Luca Argentero

Quanto è alto Luca Argentero

Luca Argentero è uno degli attori più sexy e affascinanti del panorama italiano. Nato il 12 Aprile 1978 a Torino dal costruttore Guido e la casalinga Agata, ha vissuto a Moncalieri. Il nostro bel Luca si è diplomato al Collegio San Giuseppe per poi laurearsi in Economia e Commercio all’Università degli Studi di Torino.

Quanto è alto Luca Argentero

Luca inizia a farsi conoscere nel mondo della televisione nel 2003, partecipando alla terza edizione del Grande Fratello in cui conquista il terzo posto. E’ proprio l’apparizione nel GF a dare il via alla sua carriera tanto che lo stesso Argentero ammette “Devo tutto al Grande Fratello, mi ha portato a fare tutto quello che ho fatto in questi anni. Ma nella mia situazione, ora, sicuramente non lo rifarei con tutto il rispetto per la trasmissione”. Finito il programma televisivo il giovane Argentero viene infatti invitato in diverse trasmissioni televisive e si presta anche per un calendario sexy su Max, iniziando tra le altre cose una carriera da modello.

In effetti Argentero ha tutte le carte in regola per posare in calendari e riviste: il suo fisico scolpito, muscoloso e slanciato assieme ai suoi capelli folti, lo sguardo intenso e il sorriso spontaneo e seducente farebbero impazzire ogni donna. Ma non è tutto, come se non bastasse il sexy attore ha anche l’altezza dalla sua parte. Se vi state quindi domandando quanto è alto Luca Argentero, la risposta è 1 metro e ottantacinque centimetri.

Dopo aver fatto il fotomodello Luca entra nel cast di Carabinieri nel ruolo di Marco Tosi ed è proprio sul set che conosce la prima moglie Myriam Catania. Nel 2006 debutta finalmente sul grande schermo nel film “A casa nostra” e nel 2007 torna al cinema con “Saturno contro”. Seguono diversi ingaggi in film di vario genere tra cui “Lezioni di cioccolato”, “Solo un padre”, “Diverso da chi?”. È proprio grazie al ruolo dell’omosessuale Pietro conteso in un triangolo amoroso in Diverso da chi? che riesce ad ottenere la candidatura al David di Donatello come miglior attore protagonista.

La carriera di Argentero è un crescendo: Nel 2009 lo vediamo in “Il grande sogno” e “Oggi sposi”, mentre l’anno dopo compare anche nel celebre “Mangia prega e ama” al fianco di attori internazionali di grande rilievo come Julia Roberts.

Siamo nel 2011 quando Luca compare sul piccolo schermo come conduttore de “Le Iene” assieme a Enrico Brignano e la bellissima Ilary Blasi, ma il richiamo del cinema è troppo forte tant’è che dopo poco il bell’attore torna a farci sognare nel ruolo di professore nel noto film “Bianca come il latte, rossa come il sangue” ispirato all’omonimo libro di Alessandro d’Avena.

Per quanto riguarda la vita privata del sex simbol, come abbiamo già detto è proprio sul set di Carabinieri che conosce Myriam Catania, con la quale si sposa dopo 5 anni di fidanzamento. La loro storia d’amore dura la bellezza di dodici anni ma non ha lieto fine.

Dopo la loro separazione è l’attrice Cristina Marino, all’epoca 24enne, ad aggiudicarsi lo scapolo tanto ambito! Così come era successo con la Catania, l’amore tra Argentero e la Marino sboccia sul set, in questo caso stiamo parlando del cine panettone di Neri Parenti intitolato “Vacanze ai Caraibi”.

Attualmente l’attore torinese continua felicemente a godersi la sua storia d’amore con la bella e giovane attrice.

Foto TGCom24